Montecarlo di Lucca Charming hills Town Borgo medievale fortificato Toscano
since 20.07.2020 18:37
N/A
[  INFOS CONTACS RESERVATIONS ]

  Suggestion 251286         visits 1458

  • mura Montecarlo di Lucca antico borgo medioevale borgo lucchese Toscana.jpg
  • panorama Montecarlo Lucca antico borgo medioevale borgo lucchese Toscana.jpg
  • streets village of Montecarlo di Lucca antico borgo medioevale borgo lucchese Toscana.jpg
  • vino di Montecarlo wine tour Lucca borgo medioevale lucchese Toscana.jpg
  • vicoli streets village of Montecarlo di Lucca borgo medioevale borgo lucchese Toscana.jpg
  • BIroldo salume cotto antipasto lucchese Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Tordelli lucchesi al ragu di carne primo piatto lucchese Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Garmugia lucchese primo piatto tipico di Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Zuppa di farro garfagnana primo piatto lucchese Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Matuffi lucchesi polenta ragu primo piatto lucchese Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Rovelline lucchesi manzo secondo piatto tipico lucchese Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg
  • Buccellato Lucchese dolce tipico di Lucca Toscana Tuscany cuisine.jpg

 Video

Montecarlo is a charming town situated in the hillsides surrounding Lucca and known mainly for its great wines, Montecarlo DOC, certified red and white wine.
The historic centre of Montecarlo is enclosed within fortified walls and is still well preserved today.
The symbol of the town is the Fortress, also called the Rocca del Cerruglio, which dates back to the 14th and 15th centuries.
Other points of interest are the Chiesa Collegiata di Sant’Andrea, the Pieve di San Piero in Campo built in 46 AD and the small Teatro dei Rassicurati, which was frequented by Giacomo Puccini, the famous composer.
From Montecarlo, many footpaths among olive groves and vineyards start. One of these lovely itineraries is the one that leads to the town of San Martino in Colle, where you can find an enormous 500-year-old oak tree.
According to local legend, witches would gather for the Sabbath under the foliage of this centuries-old tree, earning it the nickname “Oak of the Witches”.

Montecarlo di Lucca è un vero e proprio gioiellino immerso tra le colline di Lucca da cui dista una quindicina di chilometri.
Il borgo sorge in posizione panoramica in una zona molto bella, a cavallo tra la Lucchesia e la Valdinievole, ben nota per la produzione di vino (le specialità del posto sono il Montecarlo bianco ed il Rosso di Montecarlo).
Come molti altri paesi della Toscana, anche Montecarlo ha avuto in passato un importante ruolo strategico da un punto di vista militare. In origine il borgo si trovava ai piedi del colle ma, dopo che fu devastato dei fiorentini nel 1331, fu ricostruito intorno alla Fortezza del Cerruglio sulla sommità del colle omonimo.
Da quel momento il borgo prese il nome di Montecarlo in onore di Carlo IV, Imperatore del Sacro Romano Impero dal 1355 al 1378, che aveva aiutato i lucchesi contro i pisani.
Come dicevamo Montecarlo sorge in una posizione strategica ed infatti la Fortezza del Cerruglio fu molto importante nel corso delle guerre tra Lucca, Pisa e Firenze del XIV secolo. La rocca fu anche utilizzata come base da Castruccio Castracani, Signore di Lucca, in occasione della vittoriosa battaglia di Altopascio del 1325.
Cosa vedere a Montecarlo
Con il suo centro storico, ben conservato ed ancora protetto dalle mura medievali, Montecarlo di Lucca ha ottenuto nel 2018 l’importante riconoscimento della Bandiera arancione dal Touring Club Italiano; vediamo insieme perché e quali sono le cose principali da vedere a Montecarlo.
Le mura di Montecarlo
Chiesa di Sant’Andrea
Teatro dei Rassicurati
Fortezza del Cerruglio

La Fortezza di Montecarlo
All'estremità Nord della Collina di Montecarlo sorge la Fortezza, massiccia costruzione costituita da differenti nuclei che in epoche diverse furono riuniti nello stato attuale.
Sin dalla fine del tredicesimo secolo, sulla parte più elevata della collina, venne eretto il massiccio torrione semicircolare, che ancora oggi è ammirabile nella sua struttura compatta di pietre ben squadrate e sovrapposte sino alla potente merlatura del coronamento.
Il maschio fu per un certo tempo isolato, e costituì il primo nucleo della futura rocca del Cerruglio.
Ne è chiaro testimone lo stemma del Comune di Lucca sovrapposto all'architrave di ingresso al Torrione che, come soleva farsi in simili tipi di costruzioni, era sollevato da terra diversi metri per permettervi l'accesso con il solo aiuto di una scala retraibile dagli occupanti.

Vitigni di Montecarlo
Per migliorare ulteriormente i propri vini, un illuminato ed appassionato viticultore montecarlese, Giulio Magnani, a quel tempo proprietario della Fattoria Marchi Magnani (ora Mazzini), intorno al 1870, partì alla volta della Francia per studiare i vitigni e le tecniche di vinificazione dei nostri cugini d'Oltralpe che a quel tempo producevano già dei vini apprezzati anche fuori dei loro confini. Si recò quindi nella zona di Bordeaux e da quei luoghi portò a Montecarlo il Sauvignon, il Semillon, il Merlot, il Cabernet Franc ed il Cabernet Sauvignon. Ancora, riportò dalla zona del Rodano il Roussanne ed il Syrah e dalla Borgogna i Pinot bianco e grigio. Tornato a caso, sperimentò le percentuali giuste dei vitigni da aggiungere al Trebbiano al fine di produrre un vino più elegante, morbido e profumato.



Get insights and insider tips What to see best hidden gems in italy.
Vacation in Montecarlo (Lucca) Ideas travel tips for your next holiday in Montecarlo (Lucca) sights in Montecarlo (Lucca)
Siti selezionati per scoprire Montecarlo (Lucca) Cosa vedere a Montecarlo (Lucca) Siti turistici per Montecarlo (Lucca) informazioni turistiche

http://www.montecarloditoscana.it/

https://tuscanyplanet.com/cosa-vedere-a-montecarlo-lucca/

https://www.borghiditoscana.net/montecarlo/


Condizioni Meteo a Montecarlo (Lucca) - Weather Conditions Local Weather Forecasts in Montecarlo (Lucca)

https://www.ilmeteo.it/meteo/Montecarlo


Where to stay in Montecarlo (Lucca)? - Dove soggiornare a Montecarlo (Lucca)? - ¿Dónde alojarse Montecarlo (Lucca)?
Hotels Montecarlo (Lucca) online booking reservations by Booking.com & Welcometuscany.it
https://www.booking.com/city/it/montecarlo.it.html?aid=1774244


Luoghi del gusto a Montecarlo (Lucca) ristoranti osterie trattorie e locali tipici a Montecarlo (Lucca) dove mangiare a Montecarlo (Lucca)
Places of taste in Montecarlo (Lucca) restaurants in Montecarlo (Lucca) where to eat in Montecarlo (Lucca)

https://www.agriturismo.it/it/ristoranti-dove-mangiare/toscana/lucca/montecarlo

https://www.viamichelin.it/web/Ristoranti/Ristoranti-Montecarlo-55015-Lucca-Italia

https://www.regioni-italiane.com/ristoranti-toscana/ristoranti-montecarlo-lu.htm

https://www.lucca.com/ristoranti_a_lucca_comune_montecarlo.html

https://www.tuttocitta.it/ristoranti/montecarlo


Ricette regionali Lucchesi Montecarlo (Lucca) prodotti tipici della lucchesia cucina tradizionale lucchese piatti tipici lucchesi prodotti tipici di Lucca cucina lucchese
cuisine the recipes the typical dishes of Montecarlo (Lucca) cuisine recipes of Montecarlo (Lucca) traditional cuisine Montecarlo (Lucca) typical gastronomic specialty in Montecarlo (Lucca) typical food of Montecarlo (Lucca)

La provincia di Lucca è una miniera di risorse per quanto rigarda i prodotti tipici toscani.
Riconosciuti a livello nazionale ed internazionale sono il vino e l'olio.
L’olio d’oliva delle colline lucchesi.
La coltura dell'olivo, fin dai tempi antichi, ha contraddistinto la Provincia di Lucca. Le spiccate caratteristiche dell'olio di oliva Lucchese, lo hanno elevato a nutrimento "principe" non solo per le sue proprietà organolettiche, ma anche per quelle "dietologiche", per una sana e corretta alimentazione. Per "OLIO EXTRAVERGINE DELLE COLLINE LUCCHESI" così come attualmente definito con la menzione geografica aggiuntiva in ambito della Indicazione Geografica Protetta – IGP per l'olio extravergine di oliva "TOSCANO", s'intende l'olio geograficamente definito del perimetro indicato nell'ambito della cartografia presentata per la menzione geografica stessa.
IL VINO LUCCHESE
Dalle suggestive pendici di Pieve Santo Stefano fino a San Gennaro e, oltre Montecarlo, verso le colline di Porcari e Altopascio, la vite si estende rigogliosa connotando il paesaggio con 1'antica geometria dei filari.
È questa la zona di produzione dei DOC Colline lucchesi e Montecarlo: terreni formati dai detriti del sistema appenninico, in prevalenza argilla ed elementi silicei, talvolta misti a quelli ghiaiosi derivanti dalle Alpi Apuane, ideali per la coltura della vite e naturale premessa per vini di ottima qualità.
Il clima dolce, l'esposizione a mezzogiorno e la presenza di cime più alte che proteggono dai freddi di settentrione contribuiscono a una produzione forte, sana, con alto tasso zuccherino e intensi profumi.
Le nuove tecniche di vinificazione e di imbottigliamento hanno esaltato i pregi originari di questi vini che già i Fiorentini e i Pisani apprezzavano e consumavano in abbondanza, come appare documentato, fin dal Quattrocento, dai registri commerciali di Lucca.
Vino Colline lucchesi Doc
Sono vini che provengono dalle uve di vigneti coltivati nei comuni di Lucca, Capannori e Porcari. Si tratta di una pregevole zona viticola che comprende Pieve Santo Stefano, Cappella, la zona alta del Morianese e, oltre il Serchio, San Pancrazio, Matraia, Valgiano, Segromigno in Monte, Gragnano, Tofori e San Gennaro, fino alla parte alta di Porcari. I vitigni coltivati, per Lunga tradizione, sono Sangiovese, Canaiolo, Ciliegiolo e Merlot per il rosso; Trebbiano Toscano, Greco, Grechetto, vermentinu bianco, Malvusia del Chianti, Churdonnuy e Sauvignon per il bianco.
Vino Montecarlo Doc
Sono vini che provengono dalle uve di vigneti coltivati nel comune di Montecarlo e in parte nei comuni di Altopascio e Porcari.
L'abitato di Montecarlo, che culmina con un castello medioevale e una cinta muraria quasi integra, corona la sommità di una collina coltivata a vite e olivo, da cui si domina un magnifico panorama: a nord le colline lucchesi, a est il piano e il colle della Valdinievole e a sud-ovest la piana di Lucca.
I vitigni sono Trebbiano Toscano, Semillon, Pinot grigio e bianco, Vermentino, Sauvignon e Roussanne per il bianco; Sangiovese, Canaiolo, Ciliegiolo, Colorino, Malvusia nera e Syrah per il rosso.
Il latte ovino prodotto sul territorio della Lucchesia
Viene tutto trasformato in formaggio, per lo più da parte degli stessi allevatori.
Il formaggio ovino, nostrano, per 1'untuosità della pasta appartiene ai formaggi grassi, per la consistenza a quelli duri o semiduri, a seconda della stagionatura ai formaggi freschi e stagionali.
Questo formaggio è ottimo sotto tutti i punti di vista e capace di soddisfare i palati più esigenti.
Buccellato
È il dolce più noto della città. Si può trovare sia nella tradizionale forma di ciambella che fatto a sfilatino.
Ottimo inzuppato nel cappuccino o anche nel vino.
I suoi ingredienti sono: farina, zucchero, anici e uva secca.

Lucca ha le sue particolari ricette che la rendono unica nel panorama gastronomico e culinario toscano, italiano e del mondo.
Perché se dici 'Lucca' è normale pensare ai tordelli, oppure al buccellato, oppure ancora immaginarsi una bella e buona zuppa fumante arricchita con un giro d'olio buono delle nostre colline.
TORDELLI LUCCHESI
Non chiamateli 'tortelli': perché quelli veri, quelli lucchesi, si chiamano indiscutibilmente 'tordelli', con la “D”.
Dalle province vicine ognuno li rivendica come suoi, ma è chiaro che la variante lucchese ha la sua ricetta che non può somigliare ad altre.
Si tratta di un tipo di pasta ripiena di una farcia di carne, dalla forma a semicerchio di dimensioni importanti. Leggenda vuole che la preparazione di questo piatto avvenisse di lunedì, raccogliendo gli avanzi della domenica.
A questi si aggiungevano uova, formaggio, bietola, mortadella, pane ammollato e mortadella.
Tradizionalmente i tordelli vengono accompagnati col classico ragù di carne.
ZUPPA ALLA FRANTOIANA
La sua composizione prevede un numero maggiore di verdure quali: fagioli borlotti, verza, bietole, patate, zucchine, porro, cavolo nero, finocchio, borragine e zucca. Generalmente, si accompagna con pane raffermo o arrostito lasciato ammollare nel brodo della zuppa.
Il perché del nome, è da ricercarsi nelle origini contadine.
MINESTRA FARRO
Partiamo dalla base: il farro della Garfagnana, riconosciuto nel 1996 col marchio Igp (Indicazione geografica protetta).
Si tratta del cereale più antico giunto ai nostri giorni. Si ha notizia della sua coltivazione già dal settimo millennio avanti Cristo.
MATUFFI
Questo piatto arriva dalla Garfagnana ed è a base di polenta gialla, più morbida.
Il piatto viene composto disponendo la polenta fumante alla base, alternata con strati di sugo di carne oppure, per chi lo preferisce, funghi e parmigiano.
GARMUGIA
Restiamo nell'ambito delle tanto amate zuppe.
La garmugia, in particolare, sembra fosse un piatto destinato in antichità - intorno al 1600 - ai nobili lucchesi.
Questo piatto è stagionale, ovvero è legato alle disponiobilità primaverili dell'orto, piselli, carciofi, asparagi e fave, ai quali viene aggiunta della carne e della pancetta.
Il metodo di cottura è di quelli lenti, a fuoco dolcissimo.
La Garmugia è un pietanza tipicamente primaverile risalente al 1600, che a differenza di altri piatti, non ha un’origine umile ma bensì nobile.
Le motivazioni, sono facilmente riscontrabili nella sua sostanziosa realizzazione.
Sebbene la ricetta segua rigidamente la stagionalità, composta da verdure quali piselli, carciofi, asparagi e fave, è impreziosita da pancetta e carne.
ROVELLINA ALLA LUCCHESE
Ancora un altro piatto, un secondo, di recupero.
Si tratta, infatti, di fettine di manzo impanate e fritte, poi ricotte nel sugo di pomodoro e arricchite con i capperi.
Ancor più golosa se accompagnata da purè di patate o da verdure di stagione fritte.
BIROLDO
"Del maiale non si butta via nulla", recita un adagio popolare. E l'arte del 'reimpiegare' si riassume tutta nel biroldo, salume dalle origini umili tipico della Garfagnana.
Nel calderone degli ingredienti che compongono questo insaccato ci sono gli scarti del maiale. Si tratta in pratica di una via di mezzo tra la coppa di testa, tipica toscana, e il sanguinaccio.
PANE DI PATATE
Morbido, gustoso, saporito e sfizioso.
E' il pane di patate, tipico della Garfagnana e di una parte della Valle del Serchio. L'impasto lo si realizza aggiungendo alla farina di grano un 15% di patate lesse e schiacciate, un poco di semola e tritello, sale marino di grana media.

SECONDI PIATTI LUCCHESI

Rovelline lucchesi

Sono fettine di manzo impanate e fritte e poi ricotte nel sugo di pomodoro con capperi e odori.
Oggi è uno dei piatti più gustosi della cucina lucchese, mentre in origine era un piatto di “recupero”: di solito si cucinava a cena con le fettine avanzate a pranzo.

Il coniglio in umido
Il coniglio viene cotto in padella con pomodoro, cipolla, olive amare, aglio, peperoncino e odori.

CONTORNI LUCCHESI
Gli sformati
Ancora le verdure sono le protagoniste degli sformati lucchesi.
A seconda della stagione vengono usati fagiolini, zucchine, cavolfiore, bietola o spinaci. La verdura viene prima lessata, poi tagliata a pezzetti e unita a besciamella e tuorli d’uovo, messa in teglia e ripassata in forno.


TORTA D'ERBI
Passiamo quindi ai dolci, con un dessert tipico e particolare per la sua perfetta capacità di mischiare dolce e salato offrendo al palato un gusto unico.
BUCCELLATO
Dici Lucca, pensi al buccellato.
L'origine del nome di questo dolce deriva dal latino buccella, ovvero boccone. In antichità il buccellatum era un pane rotondo composto da una corona di panini. Nella storia più recente anche a Lucca il buccellato si presentava in forma di ciambella e veniva portato in tavola dai lucchesi di solito la domenica, portato quasi sottobraccio come si fa a Parigi con la baguette.
FARINA DI CASTAGNE E I NECCI
La base, la farina di neccio della Garfagnana Dop, è di quelle eccellenti. Le ricette sono le più variegate, due su tutte castagnaccio e necci. L'origine della farina è da ritrovarsi nella lavorazione delle castagne.



http://www.movingitalia.it/montecarlo/piatti-tipici.html

https://www.dovealucca.it/da-vedere/mangiare-e-bere/115-prodotti-tipici-della-lucchesia

https://www.tuscanypeople.com/piatti-tipici-di-lucca-ricette/

http://openlucca.it/cucina-lucchese/


Price: N/A
Suggestion 251286
Expire in
101 weeks, 3 days
welcometusca
Contacts Availability Reservations Booking Website

 Questions Answers - Login Required

No questions answers have been posted.

Other

< Previous  Next >